Gramigna al torchio con salsiccia

Tipologia ricetta: Primi piatti


Clicca sulla foto per ingrandirla

Preparazione:

Per la pasta Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola capiente e mescolare fino ad ottenere un impasto sgranato simile a una mimosa. Mettere il tutto nel torchio con lo stampo per la gramigna, rigorosamente con trafila in bronzo, e tagliare la pasta dopo uno o due riccioli. Utilizzare circa 100 gr. di gramigna fresca per persona (nel caso di gramigna secca 70 gr.) Conservare la pasta rimanente in freezer o seccarla in appositi telai, con rete a maglia fine. Per il ragù In una casseruola mettere un po’ di burro e di olio e fare soffriggere la cipolla precedentemente tritata, quando è dorata aggiungere la salsiccia spellata e macinata grossolanamente, quando cambia colore e risulta croccante unire il bicchiere di Pignoletto e lasciarlo evaporare. Abbassare la fiamma, aggiungere appena un poco di brodo e lasciare cuocere per 1 ora abbondante. Per ammorbidire il ragù si potrebbe aggiungere, una volta evaporato il vino, un bicchiere di latte fresco. Cuocere la gramigna . . . >>>



Stampa la ricettaStampa la ricetta
Trattoria dai Mugnai
Ingredienti e quantità

Dosi per la pasta:

  • Farina per sfoglia “molino delle palette” gr. 1000 (questa farina macinata a pietra contiene già semola di grano duro) in alternativa gr. 750 di farina “0” 
  • gr.250 di semolino
  • 5 uova intere
  • acqua q.b. (circa un bicchierino da liquore)

Dosi per il ragù (per 4 persone):

  • gr. 500 di salsiccia di ottima qualità
  • 1 bicchiere abbondante di Pignoletto dei colli bolognesi
  • 1 cipolla dorata di Parma
  • poco brodo Burro 
  • olio
  • Poco sale di Cervia 
  • pepe di mulinello
  • Parmigiano Reggiano q.b.