Lo Sposalizio della Piadina


20/03/2012

Lo Sposalizio della Piadina

Ecco i 6 ristoranti (Osterie d’Italia 2012) e i 6 chioschi della Romagna che si sfideranno proponendo un loro piatto per il miglior abbinamento con la piadina
2012/03/20

A Cesena, Martedì 27 marzo 2012 alle ore 20,15, si svolgerà presso il ristorante Casali, la decima edizione de "Lo Sposalizio della Piadina" (da un’idea di Tonino Guerra), la manifestazione nata con l'intento di valorizzare la tradizione che vede la “vera” piadina servita nei menù, sulle tavole dei ristoranti romagnoli. La manifestazione è organizzata da Slow Food Cesena e dalla Confesercenti Cesenate in collaborazione con l'Associazione per la Valorizzazione della Piadina Romagnola e con il contributo della Cassa di Risparmio di Cesena e della Cooperativa di Garanzia Credit Comm.

Lo Sposalizio della Piadina è uno degli appuntamenti più attesi sull’antico pane romagnolo, che animano il territorio insieme a "Piadina d'Autore", dedicato ai chioschi di piadina (tra i quali si sceglie la Piadina d’Oro dell’anno), e al Festival Internazionale del Cibo di Strada, che proprio dalla piadina (che viene venduta nei classici chioschi che costellano le vie delle città romagnole) ha preso spunto. La formula ormai consolidata del "concorso - sposalizio" vedrà 6 ristoranti tra i migliori della Romagna presentare il loro miglior abbinamento "piadina - cibo" ad una qualificata giuria di esperti gastronomi presieduta da Silvio Barbero, dirigente nazionale di Slow Food, e ad un pubblico di attenti buongustai.

Sarà anche l’occasione di presentare la guida Osterie d’Italia 2012 (Slow Food Editore), nella quale sono segnalati tutti i ristoranti e i chioschi di piadina che saranno selezionati per la serata. Ecco, in ordine alfabetico, i 6 ristoranti selezionati per la serata: Cerina, di San Vittore di Cesena; L’Aldiquà, di Forlimpopoli; La Marianna, di Rimini; L’Osteria del Gran Fritto, di Cesenatico; l’Osteria di Piazza Nuova, di Bagnacavallo; Petito, di Forlì.

Ed ecco i piatti, in ordine di assaggio, che verranno proposti, in maniera anonima e solo a fine serata si saprà chi li avrà preparati:

  • Seppie in umido con fagioli cannellini;
  • Saraghina affumicata, radicchio e cipolla;
  • Marinata di bovina romagnola su letto di misticanza alla saba e ricotta dell’Appennino;
  • Porchetta di coniglio con ripieno di salsiccia di mora romagnola con erbe di campo;
  • Frittatina morbida di agnello con gli stridoli;
  • Purea di borlotti con salsiccia e ristretto di Burson.

Saranno invece 6 piadaiole titolari di chioschi (tutti pluripremiati con i titoli di Piadina D’Oro e Piadina d’Argento) che forniranno a ciascun piatto la "promessa sposa" piadina. Ecco le piadaiole: Cinzia Branzaglia , di San Vittore di Cesena; Maria Cellini, di Pievesestina di Cesena); Melania Facciani, di Borello di Cesena; Michela Giulianini, di Cesena); Rita La Porta, di Ponte Pietra di Cesena; Veneranda Salvatori, di Piavola di Mercato Saraceno.

Naturalmente non sarà la piadina ad essere giudicata ma il cibo che a lei verrà abbinato. Durante la serata si degusteranno i vini della Cantina Braschi.

Al termine: Fichi caramellati de Le Fattorie Malatestiane con Squacquerone della Centrale del Latte di Cesena. Saranno esposte le tele stampate romagnole della tradizione, a cura della Stamperia Pascucci, di Gambettola. Quota di partecipazione alla serata: 35 euro (30 euro a testa, per il socio e consorte).

L'incasso servirà a realizzare progetti culturali e gastronomici. Per informazioni e prenotazioni: tel. 0547 622602, cell. 348.7517095.